SOCIETÀ PSICOANALITICA DEL PERÙ

Visitaci a:    https://spp.com.pe/

I Sociedad Peruana de Psicoanálisis (SPP) compie 40 anni quest'anno. La sua storia risale ai primi anni settanta, quando Drs. Saúl Peña, Carlos Crisanto e Max Hernández, tre psichiatri peruviani tornati in Perù dopo aver completato la loro formazione psicoanalitica presso la British Society, hanno creato il  Centro para el Desarrollo del Psicoanálisis dove alcuni psichiatri e psicologi locali iniziarono a studiare teoria e pratica psicoanalitica. Con l'arrivo di Moisés Lemlij e Gustavo Delgado-Aparicio, anche loro da Londra, e Alberto Péndola, da Buenos Aires, erano pronte le condizioni per il riconoscimento ufficiale da parte dell'IPA come Gruppo di Studio al Congresso di Helsinki nel 1977. L'SPP è stata fondata nel 1980. Nel 1985, al congresso di Amburgo, siamo stati riconosciuti come Società provvisoria. Infine, al congresso di Montreal del 1987, abbiamo acquisito la categoria di Component Society.

 

  
I nostri fondatori
Da sinistra a destra: Dr. Carlos Crisanto, Dr. Saúl Peña, Dr. Max Hernánde
z

Da allora, la nostra società è cresciuta e fiorita. Attualmente siamo 83 membri e 95 candidati, 19 dei quali appena ammessi. La psicoanalisi è viva e vegeta in Perù e ci aspettiamo che continuerà a prosperare in futuro. Consideriamo la prova della vitalità della psicoanalisi in Perù il fatto che il numero di postulanti che cercano una formazione presso il nostro Istituto continua a crescere. Provengono da diverse discipline: medicina, psicologia, scienze umane, scienze sociali e arte. L'età media dei nostri membri e candidati è relativamente giovane, quindi, come Società, ci aspettiamo una vita lunga e sana. 

La nostra Società è stata diretta da venti consigli, compreso quello attuale, composti da: Maria Pia Costa (presidente), Pilar Gavilano (vicepresidente), Oscar Rey de Castro (segretario scientifico), Fryné Santisteban (segretario relazioni istituzionali), María delCarmen Bello (tesoriere) e Jorge Kantor (direttore dell'Istituto).  


  Il nostro consiglio 
Da sinistra a destra: María del Carmen Bello, Fryné Santisteban, Maria Pia Costa, Jorge Kantor, Pilar Gavilano, Oscar Rey de Castro

Molti dei nostri membri hanno ricoperto cariche o incarichi importanti presso l'IPA e / o la FEPAL: Max Hernández, Álvaro Rey de Castro e Moisés Lemlij hanno servito come vicepresidenti dell'IPA; Álvaro Rey de Castro, María Paz de la Puente, Jorge Bruce e Jorge Kantor come rappresentanti o membri del Consiglio. Matilde Caplansky ha contribuito a creare COWAP ed è una partecipante attiva da molto tempo. Jorge Kantor, María Luisa Silva e Graciela Cardó hanno servito come collegamento COWAP; Graciela è attualmente membro. Johanna Mendoza è membro dell'IPA e del comitato per le organizzazioni di aiuto umanitario ed Elizabeth Haworth del sottocomitato per la migrazione e i rifugiati. 

Saúl Peña, Álvaro Rey de Castro e Roberto Scerpella sono stati i presidenti della FEPAL; Hilke Engelbrecht e Adela Escardó, segretari generali. 

La nostra società è stata fondata nello spirito del British Middle Group. C'è sempre una forte enfasi sulle relazioni oggettive, in particolare per quanto riguarda la formazione degli analisti infantili. Winnicott è molto popolare tra noi. Negli anni abbiamo ricevuto molte altre influenze e si sono formati alcuni gruppi interessanti per approfondire lo studio di alcuni autori: abbiamo un gruppo bioniano entusiasta attivo dal 2003, un altro che si dedica allo studio del lavoro di André Green, e negli ultimi due anni, attorno al lavoro di Mark Solms si è sviluppato un interesse per la Neuro-psicoanalisi. L'interesse per il lavoro di Laplanche e di altri autori francesi sta crescendo ultimamente. 

Siamo molto grati al Dr. Moises Lemlij per il suo patrocinio. Tra le altre attività che aiuta a organizzare e finanziare c'è la Cátedra de Psicoanálisis Británico che invita i membri della British Society a tenere conferenze e consulenze cliniche presso la nostra Società, preservando e promuovendo così le relazioni tra entrambe le nostre Società. 

Qualcosa che ha portato vitalità all'SPP è il rapporto con la Pontificia Universidad Católica del Perú. Molti dei nostri membri hanno studiato, stanno conseguendo un master o un dottorato o sono docenti lì. C'era un Master in Psicoanalisi Teorica e ora c'è un Master in Intervento Clinico Psicoanalitico e un Dottorato di Ricerca in Psicoanalisi. Molti colleghi insegnano in altre università e istituti che formano psicoterapeuti orientati alla psicoanalisi. 

Le nostre pubblicazioni includono il nostro sigillo editoriale Biblioteca Peruana de Psicoanálisis, diretto da Pilar Ortiz de Zevallos, e il nostro Journal Psicoanálisis, diretto da Johanna Mendoza. Il sigillo editoriale è stato creato con l'obiettivo di promuovere la produzione originale dei nostri membri in materia di teoria, pratica, società e cultura. Pubblica anche contributi di membri IPA e FEPAL. 

La rivista è pubblicata dal 1999. È uno spazio in cui vengono condivisi con la comunità psicoanalitica e il pubblico interessato all'argomento contributi di psicoanalisti di diverse prospettive, studiosi e professionisti di altre discipline. Il 24 ° numero uscirà questo mese. 
  



L'SPP cerca attivamente di estendere i benefici della psicoanalisi alle persone che lo richiedono ma non possono permettersi parcelle private. Così, più di vent'anni fa, è stato creato il Servicio de Atención Psicoanalítica (SAP), di Hilke Engel-brecht. Il suo attuale direttore è Elena Piazzon. 

L'SPP ha un interesse istituzionale a raggiungere i suoi limiti geografici di Lima. Un gruppo dei nostri membri, guidato da Álvaro Rey de Castro, si reca mensilmente ad Arequipa, dove tiene seminari e supervisione clinica a un gruppo di psicoterapeuti. Ci aspettiamo che in futuro esisterà un gruppo di studio sponsorizzato dall'IPA. 
Inoltre, portiamo la psicoanalisi fuori dagli ambulatori. Molti colleghi sono attivi nella vita accademica, culturale e politica del nostro Paese.  

Dalla fine degli anni Ottanta, SIDEA (Seminario Interdisciplinario de Estudios Andinos) è stata fondata dai Drs. Moisés Lemlij, Max Hernández e il compianto Alberto Péndola, insieme ad alcuni eminenti storici, antrhopologi e altri scienziati sociali, con l'obiettivo di studiare diverse questioni culturali e sociali da prospettive interdisciplinari. La loro produzione bibliografica è prolifica, inoltre hanno organizzato alcuni eventi internazionali molto importanti, come “El Umbral del Milenio” e “Al Final de la Batalla”. 

Da tredici anni ormai, la nostra Società organizza la Muestra de Cine y Psicoanálisis, un evento annuale in cui proiettiamo una selezione di film in diversi teatri dentro e fuori Lima per essere discussa dai nostri colleghi, critici cinematografici e, quando possibile, partecipanti di- rettori e attori. La Muestra è stata ideata e diretta da Pilar Gavilano in associazione con la Cineteca della Pontificia Universidad Católica. Ilse Rehder è ora in carica e sta preparando la tredicesima versione: Sexuality and Gender in Film. 

Alcuni dei nostri membri sono opinion leader, spesso richiesti dai media, come Max Hernández, Saúl Peña, Moisés Lemlij e Jorge Bruce che da molti anni è editorialista regolare di un giornale locale.

Durante i terribili anni della guerra interna, quando le organizzazioni terroristiche hanno minacciato la nostra società e il governo ha risposto con una vasta repressione soprattutto nelle regioni andine, alcuni dei nostri membri e candidati, insieme a colleghi di altre istituzioni, hanno creato CAPS (Centro de Asesoría Psicosocial ) dedicata a sostenere e promuovere la salute mentale delle vittime di violenza sociale e politica.

Quando, dopo la fine della guerra, è stata creata una Commissione per la verità, alcuni dei nostri membri hanno collaborato intervistando le vittime e come consulenti per la redazione del rapporto finale.

Il dottor Max Hernández ha avuto un ruolo molto importante come segretario tecnico di un'istituzione di rilevanza storica e politica nel nostro paese: l'Acuerdo Nacional, un'organizzazione creata per legge nel 2002, in occasione del ritorno alla democrazia dopo la caduta del La dittatura di Fujimori, al fine di promuovere il dialogo e creare consenso su diversi problemi nazionali, con l'obiettivo di preservare il governo democratico.

L'SPP ha una vocazione di lunga data per la promozione della salute mentale delle comunità in difficili condizioni di povertà e violenza.

Una quarantina di anni fa, Matilde Caplansky ha creato CEDAPP (Centro de Desarrollo y Ase-soría Psicosocial), un'istituzione finalizzata alla prevenzione e al trattamento dei problemi emotivi di bambini, adolescenti e famiglie di ambienti svantaggiati.

Nel 1989 Bibiana Maza fonda quasi da sola La Casa de la Familia: uno spazio di accoglienza dove i bambini ei loro genitori o tutori adulti possono andare a giocare ed essere ascoltati da un gruppo di analisti o terapisti per facilitare buoni incontri. Il lavoro di questa istituzione si è esteso alla Lima Maternity e all'istituto per l'infanzia Puericultorio Pérez Araníbar.

Molti altri membri hanno creato e partecipano a progetti orientati alla prevenzione della violenza e alla promozione dei diritti umani nelle nostre comunità.

Qualcosa di cui siamo molto orgogliosi è il nostro progetto Psicólogos Contigo, per il quale l'SPP ha ricevuto il premio del Presidente al congresso di Londra quest'anno. Questa è un'associazione da noi guidata che comprende altre sette istituzioni dedicate alla pratica psicoterapeutica, più l'Università Cattolica del Perù. È iniziata in risposta a un'emergenza: le inondazioni causate dal fenomeno climatico “El Niño Cos-tero” nel 2017, quando intere popolazioni hanno perso le loro case. L'obiettivo era dare supporto emotivo alle vittime, in particolare ai bambini. Abbiamo creato materiali di lavoro (quaderni) in cui i bambini e i loro insegnanti possono elaborare le loro esperienze traumatiche. Abbiamo raggiunto 1750 bambini in questo modo. La nostra organizzazione sta aprendo nuove aree di lavoro: a partire da febbraio inizieremo a lavorare presso l'istituto di assistenza all'infanzia Puericultorio Pérez Araníbar con bambini da 0 a 7 anni e coloro che si prendono cura di loro. Per questo progetto abbiamo ricevuto il premio del presidente IPA nella Comunità al congresso di Londra 2019. Ecco una foto della nostra presidente, Maria Pia Costa, che riceve il premio da Virgina Ungar. 
 

Il prossimo congresso della Società psicoanalitica del Perù si terrà l'ultimo fine settimana di maggio di quest'anno. Il suo titolo è Sexuality, Gender and Psychoanalysis: Transformations in society. Daremo il benvenuto a tre ospiti eccezionali: la femminista, psicoanalista e studiosa Juliet Mitchell, il presidente del Comitato IPA sugli studi sulla sessualità e la diversità Marco Posadas e il fondatore ed ex direttore del Servizio di sviluppo dell'identità di genere presso il Tavistock Center, Domenico De Ciegle. Poiché chiaramente questi problemi devono essere discussi da diverse prospettive, abbiamo anche invitato diversi aca-demici e attivisti di diversi campi e discipline, ei nostri membri e candidati sono molto impegnati a preparare i loro documenti. Stiamo aspettando un dialogo intermedio molto fruttuoso. Se sei interessato, sei il benvenuto!  

 


 


Pilar Gavilano
Vicepresidente Perú Psychoanalytic Society