Tardo Freud?



Cosa si intende per Late Freud? Come delimitare questo periodo della sua produzione e perché farlo nel modo proposto?

Questo testo è diviso in due parti. Il primo dichiara innanzitutto l'intenzione di "mettere in opera" l'idea che La civiltà e i suoi scontenti (1930) è da considerarsi un punto di svolta e apre una stagione di pensiero identificabile come il compianto Freud.

Nella seconda vengono discussi alcuni temi di particolare importanza alla luce del punto di partenza. Costituisce quindi un tentativo di ripensare la teoria freudiana organizzandola facendo riferimento agli elementi, tratti dall'opera di Freud, che hanno trovato la costituzione psichica. Questa è una nozione che introduce Civiltà e il suo malcontento e che ben si presta ad orientare un'opera ripensando tutta la sua opera.
 
Patrizio Campanile è nato a Napoli nel 1952. Vive a Venezia. È membro effettivo della Società Psicoanalitica Italiana e dell'Associazione Psicoanalitica Internazionale. È analista formativo ed esperto in psicoanalisi di bambini e adolescenti.
È stato Direttore della Rivista di psicoanalisi (Rivista della Società Psicoanalitica Italiana) ed è oggi Presidente del Centro Veneto Psychoanalysis (componente della Società Psicoanalitica Italiana).

È autore di articoli pubblicati su riviste italiane e straniere.

Alcuni articoli sono i seguenti:
(2000). Storia della transizione. Le fait de l'analyse, 8: 91-107.
(2007). The Witch of ha-ish Mosheh Alcune considerazioni (e congetture) sull'analisi terminabile e interminabile. The Italian Psychoanalytic Annual, 1: 89-105.
(2009). Identità, soggetto, soggettivazione: discussione del documento di Russo. The Italian Psychoanalytic Annual, 3: 197-207.
(2010). Il legame di odio: Identificazione isterica come teoria generale e come meccanismo specifico [The Bond of Hate. Identificazione isterica come teoria generale e meccanismo specifico] Rivista Psicoanal., 56 (2): 319-341. 
(2011). Il modello uruguaiano del training psicoanalitico. [Il modello uruguaiano nella formazione psicoanalitica] Rivista Psicoanal., 57 (4): 955-975. 
(2012). "Avevo venticinque piercing e capelli rosa quando ...": adolescenza, isteria di transizione e processo di soggettivazione. Psicoanalitico. Q., 81 (2): 401-417.
(2012). Comunicare oltre i confini, costruire ponti interculturali. Psicoanalitico. D., 81 (2): 437-442.
(2012). Sulle origini del «modello Eitingon» della formazione psicoanalitica. The Italian Psychoanalytic Annual, 6: 91-109.
(2014). Ripensare l'odio freudiano. [Ripensare l'odio freudiano] Rivista Psicoanal., 60 (4): 869-894.
(2017). La crudeltà, il paradosso della sublimazione e la paura. [La crudeltà, il paradosso della sublimazione e della correttezza] Rivista Psicoanal., 63 (1): 37-54.
(2018). Verità storica, un nome alla cosa. [Verità storica, un nome per il pensiero] Psiche, 2.
(2018). La realtà psichica nella cura psicoanalitica. [La realtà psichica nel trattamento psicoanalitico] Rivista Psicoanal., 64 (3): 559-572.