Titolo: Geografie della psicoanalisi: incontri tra culture a Teheran
AutoreLorena Preta
Società: Psicoanalitico italiano
Publisher : Mimesis International 2015


  
BREVE SINOSSI    
Le ipotesi psicoanalitiche possono avere un valore universale? Possono descrivere la stessa - o una simile - dinamica psichica per qualsiasi essere umano, indipendentemente dal contesto storico, sociale e culturale? La psicoanalisi può aiutare con la sofferenza mentale in diverse realtà? Ai nostri giorni, le domande che la psicoanalisi deve affrontare sono molto complesse. Il mondo moderno è dominato dalla tecnologia che sovverte la percezione del corpo, da nuove famiglie e organizzazione di gruppo, e da una violenza globale che impone una mutata geometria della mente.

 Le risposte a queste nuove situazioni differiscono da Paese a Paese, a prescindere dall'uniformità determinata dalla globalizzazione. Di conseguenza, il ruolo della psicoanalisi cambia nelle diverse nazioni. Presentando le loro diverse esperienze e aree problematiche, gli autori dei saggi qui contenuti hanno tracciato una mappa diversa da quelle geografiche e geopolitiche che tutti conosciamo.

AUTORE BIO    
Lorena Preta è la direttrice del Gruppo di ricerca internazionale: Geografie della psicoanalisi. Membro effettivo della SPI (Società Psicoanalitica Italiana) e dell'IPA (Associazione Psicoanalitica Internazionale). Past Editor in chief della rivista Psyche (Journal of culture and psychoanalysis of the Italian Psychoanalytical Society), 2001-2009. Consulente scientifico e direttore per molti anni di Spoletoscienza (Scienza e cultura al Festival dei Due Mondi di Spoleto). È anche autrice di numerose pubblicazioni internazionali tra cui: Immagini e metafore della scienza (1993); Nuove geometrie della mente (1999); La brutalità delle cose. Trasformazioni psichiche della realtà (2015).