Metodologia

STORIA DELLA TASK FORCE PER IL DIZIONARIO ENCICLOPEDICO INTERREGIONALE DI PSICOANALISI IPA


Di Eva D. Papiasvili
(Aggiornato il 14 febbraio 2017)

PARTE I

Fasi iniziali del dizionario enciclopedico IPA - Formazione dei team di consulenza intraregionale e selezione dei concetti

1. Mandato del consiglio di amministrazione dell'IPA 
2. Nomina dei copresidenti regionali, finalizzata nella primavera 2014
3. Prime riunioni GoTo con il presidente dell'IPA e i copresidenti regionali; a volte anche il Vicepresidente IPA ha partecipato ai GoToMeetings:

Per prima cosa abbiamo discusso e preso decisioni sui seguenti argomenti:

a) Arruolamento dei consulenti regionali:
Ciascuno dei copresidenti ha arruolato 20-25 prominenti Consultants all'interno di ciascuna delle tre culture psicoanalitiche dell'IPA, che rappresentano le diverse scuole di pensiero e le diverse geografie intra-culturali. 
  
b) Identificare i concetti globali e regionali più rilevanti per il pensiero psicoanalitico e il lavoro clinico di oggi: sulla base del cosiddetto "5 + 1": abbiamo posto individualmente ai consulenti due domande: "Quali sono i cinque concetti psicoanalitici che informano maggiormente il tuo pensiero e il tuo lavoro clinico?"e "Quale concetto ritieni abbia avuto origine nella tua cultura psicoanalitica (europea / latinoamericana / nordamericana) o abbia una risonanza speciale con essa?"  Sulla base delle risposte, abbiamo identificato il file 5 concetti generali e 1 concetto regionale specifico all'interno di ciascuna regione, che si è verificato più frequentemente. Quindi si è proceduto all'identificazione del file 5 concetti più generali che si verificano più frequentemente su scala globale. Questi erano: TRASFERENZA, CONTROTRANSFERENZA, INCONSCIO, IDENTIFICAZIONE PROIETTIVA e CONTENIMENTO. I concetti regionali più frequentemente citati erano TRASFORMAZIONE per l'America Latina, IMPOSTAZIONE per l'Europa e ENACTMENT per il Nord America. Questi sono stati i primi su cui iniziare a scrivere. Ben presto divenne evidente che ogni regione aveva il proprio processo dinamico attorno a tali selezioni e la propria interazione tra la base concettuale generale e regionale specifica.  

 Le idee concettuali venivano raggruppate, secondo le radici comuni, ad esempio oggetti del sé, relazioni oggettuali, oggetto narcisistico, uso dell'oggetto, oggetto parziale, oggetto di transizione, relazioni oggettive interne e concetti relazionali erano tutti raggruppati in "Teorie delle relazioni oggettuali" , che poi è diventato il intestazione della voce per il Dizionario enciclopedico di psicoanalisi.

Una volta determinati i gruppi / le intestazioni più frequenti delle voci potenziali, i sono state formate squadre regionali tra quei consulenti che hanno menzionato il concetto nelle loro risposte alle domande di cui sopra.

I METODOLOGIA quello sviluppato consisteva in diverse fasi (modellate in contatti e-mail e in GotoMeetings in base alle risposte che stavamo ricevendo):  

A. Definizione del FORMATO di base DEL CONCETTO DI VOCI 
1. la lunghezza (originariamente 3 pagine, che sono state rapidamente ampliate); 
2. la bozza di entrata: definizione del concetto, sua storia generale, sua evoluzione e uso attuale all'interno di ciascuna cultura continentale; riferimenti, ecc.

B. SQUADRE INTRA-REGIONALI che scrivono PROGETTI DI CONCETTO    
Le risposte hanno portato alla creazione del 2-5 team di concept membri di consulenti, che hanno menzionato lo stesso concetto nelle loro risposte originali alle due domande. Scrivendo la bozza del concetto regionale, i consulenti hanno avuto la possibilità di arruolare scrittori / consulenti aggiuntivi, specialisti del concetto, a seconda delle necessità. In questo modo abbiamo continuato a scrivere TRASFERENZA, CONTROTRANSFERENZA, INCONSCIO, IDENTIFICAZIONE PROIETTIVA E CONTENIMENTO insieme, mentre ogni regione ha anche continuato a scrivere le proprie bozze regionali specifiche. 

C. PROCESSO / CONSOLIDAMENTO DI REVISIONE INTRA-REGIONALE
Una volta terminati i concept team con il file progetto regionale, l'intero pool di consulenti all'interno di ciascuna regione ha esaminato la bozza. Il revisione intraregionale ha portato a commenti per l'implementazione del team di concept In tutto questo processo, l'importanza emergente di tali fattori sottostanti come "Identità regionale" e "Consolidamento regionale" all'interno del panorama concettuale globale, è diventato rapidamente evidente. 

D. IDENTIFICAZIONE continua dei CONCETTI SUCCESSIVI CHE RICORRONO DI FREQUENTE da scrivere
Sulla base della frequenza di concomitanza delle risposte in almeno due continenti, i copresidenti hanno convenuto, nella riunione faccia a faccia a Madrid, sul prossimo ciclo di concetti. Questi erano CONFLITTO, NACHTRÄGLICHKEIT, e RAPPORTI CON OGGETTI. Sia i consulenti europei che quelli nordamericani scrivevano bozze originali e i consulenti latinoamericani sceglievano per quali concetti desideravano scrivere bozze "originali" e per le quali scrivevano bozze di "risposta". Allo stesso modo, i copresidenti hanno convenuto, nella riunione faccia a faccia a Londra, sul seguente gruppo di concetti, che sono attualmente in fase di elaborazione intra-regionale: LIBERA ASSOCIAZIONE, REGRESSIONE, INTERNALIZZAZIONE, RAPPRESENTAZIONE, e SIMBOLIZZAZIONE

Inoltre: una bozza originale su DRIVES è stato scritto da consulenti in Europa, poiché il concetto è stato proposto frequentemente dai consulenti lì. Sarà quindi inviato in Nord America e America Latina per le bozze di risposta; una bozza originale su AUTO è stato finalizzato dal Nord America (allo stesso modo si verifica frequentemente nelle risposte dei consulenti in loco) intra-regionale ed è stato inviato in Europa e America Latina per bozze di risposta o commenti. 
Alcuni concetti regionali specifici, inoltre, sono stati scelti spontaneamente da ciascuna regione, in quanto i più frequenti e su cui si sta lavorando in concomitanza. Tali bozze regionali specifiche possono essere tra quelle citate frequentemente dai consulenti regionali, (indipendentemente dal fatto che in una particolare regione siano considerate specifiche regionali o più generali), ma non sono state menzionate da altre regioni. Esempi potrebbero essere concetti menzionati da consulenti latinoamericani, come TEORIA DEI CAMPI MULTIPLI, TEORIA DELLA COMUNICAZIONE, e altri. Per il Nord America, questi includono INTERSUBIETTIVITÀ, PSICOLOGIA DELL'EGO e altri, come un concetto giapponese SEWA. In questa fase, abbiamo anche riscontrato sorprese. Ad esempio, è emerso che sia il Nord che l'America Latina hanno scelto inavvertitamente ENACT come concetto regionale, e quindi, entrambi hanno scritto bozze originali; entrambi sono stati raccolti a livello bi-regionale in una bozza biregionale e inviati in Europa per la bozza di risposta, risultando nell'iscrizione enciclopedica triregionale finale.  

Andando avanti, l'idea è di arrivare gradualmente a tutti i concetti citati in tutte e tre le culture continentali.  

E. SQUADRE INTERREGIONALI - CONCETTI FINALI
Quando le bozze concettuali di ciascuna regione sono terminate, un file squadra interregionale composto da un membro di ogni squadra regionale responsabile di un particolare concetto è formato per scrivere la voce finale del Dizionario enciclopedico IPA di ciascun concetto. In questa fase, il team può contattare qualsiasi collega esperto con una competenza speciale nell'area di un particolare concetto da qualsiasi regione per assistere / consigliare con la 'messa a punto' di una formulazione finale del concetto. Le candidature finali saranno approvate dai Co-Presidenti, Stefano Bolognini, e dai membri del Comitato Esecutivo, per essere pubblicate prima sul sito web dell'IPA. 

Il piano è di pubblicare elettronicamente tutti i concetti sopra citati - TRASFERENZA, CONTROTRANSFERENZA, INCONSCIO, CONTENIMENTO, IDENTIFICAZIONE PROIETTIVA, IMPOSTAZIONE PSICOANALITICA, COMUNICAZIONE INCONSCIA, TRASFORMAZIONE AUTISTICA, ATTIVAZIONE, AMAE; poi RELAZIONI CON OGGETTI, CONFLITTO, NACHTRÄGLICHKEIT, AZIONI, SELF, e ulteriori concetti regionali (ad es PSICOLOGIA DELL'EGO, INTERSOGGETTIVITÀ per il Nord America, TEORIA DEI CAMPI MULTIPLI, TEORIA DELLA COMUNICAZIONE, e altri per l'America Latina), che stanno gradualmente attraversando varie fasi del processo. Successivamente, i concetti appena individuati LIBERA ASSOCIAZIONE, REGRESSIONE, INTERNALIZZAZIONE, RAPPRESENTAZIONE, e SIMBOLIZZAZIONE sarà pubblicato al termine. 

I METODOLOGIA per l'interregionale fase del lavoro è descritta di seguito nella Parte II di questo documento.

SECONDA PARTE
METODOLOGIA DEL LAVORO INTERREGIONALE

Le Entrate interregionali sono costruite con il coordinamento attivo e sotto la guida attiva del Copresidente interregionale, il cui lavoro di coordinamento comprende:

1. Revisione dei progetti regionali. (In caso di lavoro biregionale, il processo di costruzione sarà lo stesso delle due bozze originali, come per le bozze multiple di seguito.) Se il Copresidente rileva importanti omissioni, è a discrezione del Copresidente richiedere il inclusione / espansione della voce, con istruzioni quanto più specifiche possibile su come rettificare l'omissione. In questo caso vengono concordati i parametri specifici (tempo aggiuntivo necessario, ecc.). 

2. Invio di tutte le bozze pertinenti (tre bozze regionali originali, o la bozza biregionale e una bozza di risposta, o una bozza originale e due bozze di risposta) ai tre consulenti interregionali.

3. Fornire una chiara istruzione degli obiettivi e del profilo generale dell'ingresso interregionale. In questo modo, il copresidente funziona come una "guida" che ha familiarità con la visione generale, la mappa del dizionario enciclopedico, essendo a conoscenza della metodologia, delle altre voci e del processo generale. 

4. Durante tutto il corso, il copresidente è coinvolto come guida nel lavoro graduale di fusione delle bozze e risponde a esigenze specifiche per aiutare a strutturare l'ingresso interregionale (cosa, come e dove includere, ad es. 'tra diversi stili di bozze regionali, aiutando a vedere se manca qualcosa, ecc.). Il modo specifico e l'entità del coinvolgimento della guida del copresidente varia a seconda delle esigenze del particolare team interregionale.  

5. È responsabilità del copresidente assicurare un'atmosfera reciprocamente rispettosa e inclusiva. 


SCHEMA DI INGRESSO INTERREGIONALE (TRI-REGIONALE; BI-REGIONALE)

Il principio di base qui è questo niente di sostanza del contenuto dei precedenti progetti (bi) regionali è lasciato fuori. (In caso di trattare con la combinazione di una precedente bozza biregionale e una bozza di risposta, il contenuto della risposta è incorporato nella bozza biregionale preesistente, in consultazione tra i 3 consulenti regionali e la Co- Presidente. Se la Risposta include richieste di ulteriori chiarimenti / spiegazioni / aggiunte di contenuti, ciò verrà preso in considerazione (le richieste di abbreviazione / esclusione / sottrazione di qualsiasi tipo non sono considerate appropriate).  

Per quanto riguarda lo stile, per quanto riguarda il contenuto: resta inteso che regioni diverse scrivono in stili diversi. Questo deve essere trattato come una risorsa: ad esempio, lo stile più generale di una regione può essere utilizzato per delineare i contorni di base, che saranno arricchiti dalle specifiche fornite dalla scrittura di un'altra regione. Poiché è possibile che questi debbano essere raccolti in un modo che rappresenti accuratamente l'input fattuale da tutte le regioni, lo stile finale dell'ingresso interregionale sarà per definizione uno stile diverso da quello di una qualsiasi delle precedenti bozze di concetti regionali. I licenziamenti definitivi possono essere ridotti al minimo durante il lavoro tri-regionale. I parametri tecnici dello stile includono: utilizzo della "voce in terza persona", non della "voce in prima persona": ad esempio, non "noi / io penso ...", ma "questo o quell'autore pensa ..." o "Secondo molti ...", ecc. La letteratura nel testo e nel capitolo Riferimenti deve essere nello stile IPA / APA e tutti i riferimenti regionali sono uniti e alfabetizzati. Il riferimento incrociato con altri concetti può essere una questione di conoscenza del copresidente, che ha familiarità con altri lavori concettuali interregionali, e deve essere incluso tra parentesi, ad esempio (vedere anche una voce separata CONTROTRANSFERENZA). La formulazione inglese può essere alla fine responsabilità degli anglofoni; in alcuni casi, il copresidente può richiedere ulteriori consultazioni / assistenza editoriale. Durante tutto il processo, il Copresidente o singoli membri del team interregionale possono chiedere una consulenza in merito a contenuti o questioni editoriali, a seconda della questione specifica, a chiunque faccia parte del proprio team regionale; il copresidente dell'altra regione; qualsiasi consulente nella propria regione o in qualsiasi regione IPA o qualsiasi altro esperto nell'area specifica.  

CONTORNO: 

A. Introduzione; Definizione introduttiva
Devono essere rappresentate tutte le definizioni regionali. Qui, le definizioni contemporanee del concetto centrale, che possono essere estrapolate dai recenti dizionari regionali, possono essere seguite da una breve panoramica introduttiva dell'evoluzione delle definizioni concettuali nel tempo. Questi possono variare a seconda delle regioni; nei casi di tale varianza, la variabilità deve essere preservata e tutte le definizioni, documentate da recenti dizionari regionali ove applicabili, devono essere incluse; eventuali dichiarazioni comparative possono essere aggiunte.  

B. Revisione storica dell'evoluzione "generale" del concetto centrale 
Questo può includere i "precursori storici" (quali concetti precedenti possono aver contribuito alla nascita del concetto particolare), come per qualsiasi / tutte le bozze precedenti. Questo capitolo deve essere scritto come una raccolta di capitoli di riviste storiche regionali, in modo unificato cronologico. Le descrizioni e le spiegazioni possono essere esemplificate da citazioni degli autori originali del concetto centrale. Si possono notare differenze regionali nell'approccio alla storia. 
(I capitoli di storia generale fanno sempre parte delle bozze originali, ma è facoltativo per le bozze di risposta, a seconda della posizione specifica di un concetto specifico all'interno della regione che scrive la bozza di risposta. Per definizione, la bozza di risposta proviene da un regione in cui il concetto non occupa una posizione così centrale, come nelle regioni che hanno scritto le bozze originali.)

C. Ulteriore evoluzione del concetto, all'interno di diverse regioni e all'interno di diverse prospettive teoriche, compreso tutto il materiale delle precedenti bozze regionali.  

D. Sviluppi teorici recenti / contemporanei e applicazioni cliniche, in particolare in diverse regioni, come per tutte le bozze precedenti. Gli usi clinici e le illustrazioni del concetto sono forniti come un insieme di principi, passaggi, ecc. Generalizzati, non come esempi di casi.

E. (Facoltativo: dichiarazione comparativa aggiuntiva)

F. Conclusione - Riepilogo (Inclusa la sostanza delle sintesi delle bozze precedenti; quindi eventualmente una sintesi più generale congiunta aggiuntiva, risultante dal lavoro interregionale.) 

G. Referenze: Fusione e alfabetizzazione di tutti i Capitoli regionali di riferimento; Stile IPA / APA; Il lavoro di S. Freud è da citare come Freud, S. (anno di pubblicazione originale). Nome del libro, carta. SE Volume in numeri arabi: pagine, se non l'intero volume. Se esiste un motivo effettivo per fare riferimento alla pubblicazione tedesca originale, procedere in modo analogico con GW. Questo è analogo a tutti gli autori e pubblicazioni originali tradotti e non tradotti in quanto riguarda qualsiasi concetto.)  

H. Consulenti regionali e contributori alle bozze regionali 
(Membri del team UE, LA, NA con i loro titoli accademici). 

Ulteriori domande e dubbi su quanto sopra, che sorgono specificamente nell'ambito di qualsiasi lavoro interregionale, devono essere deferiti al copresidente interregionale, che si consulterà con altri copresidenti e con il presidente dell'IPA, se necessario. 

In generale: sebbene l'applicazione specifica possa differire in una certa misura da concetto a concetto, i principi guida della metodologia sono di soddisfare gli obiettivi del dizionario enciclopedico:

COMPLETEZZA, RICCHEZZA, PIENA RAPPRESENTAZIONE

Ciò si traduce operativamente in: IN CASO DI DUBBIO ERRORE DA PARTE DELL'INCLUSIONE, per preservare tutta la variabilità degli input regionali. La sfida qui è: COME INCLUDERE MEGLIO, in modo che la voce finale sia comprensibile, NON SE INCLUDERE. 

I principi di concisione e parsimonia non devono essere applicati a scapito della completezza, ricchezza e piena rappresentazione.